Digita e premi Invio per effettuare una ricerca

PagoPa obbligatorio. E il GDPR?

07/07/2020

 

A

nche per le #scuole entra in vigore l’obbligo di utilizzo del sistema Pago In Rete/ #PagoPa.

Molti i dubbi a riguardo e la situazione è ancor più confusa dopo la recente nota ministeriale in materia di PagoPa e #privacy.

In particolare, posto che il consenso in base al #GDPR per essere valido deve essere “libero”, ci chiediamo come sia possibile fondare sul consenso l’utilizzo di una simile piattaforma essendo la stessa OBBLIGATORIA per legge, come ribadito dallo stesso helpdesk di PagoPa (vedi foto).

Come è noto, in presenza di obbligo di legge il consenso non è la base giuridica corretta, in quanto viziato dal timore di non fruire del servizio e dalla sproporzione di potere tra la PA e singolo cittadino.

I genitori possono poi delegare un rappresentante di classe per controllare lo status dei pagamenti: in questo caso il consenso potrebbe effettivamente essere la base giuridica idonea.

In attesa di in un intervento chiarificatore da parte del MIUR o del Garante, le scuole possono decidere se:
1) applicare i principi del #GDPR in modo autonomo, nel rispetto del concetto di “accountability”, e andare contro il MIUR;
2) attenersi alla nota inviata dal Ministero, come da noto brocardo latino: “dura lex sed lex”, anche se qui è una semplice nota ministeriale.

query('SELECT * FROM Contenuti WHERE Livello = 1 AND Visibile = "NO" ORDER BY Ordinamento ASC'); ?>