Digita e premi Invio per effettuare una ricerca

PagoPa, cosa cambia?

25/06/2020

 

D

al 30 giugno scatta l’obbligo per tutti i prestatori di servizi di pagamento abilitati di utilizzare esclusivamente la piattaforma Pago in Rete al fine di gestire scadenze e liquidazioni delle tasse e contributi scolastici.

Si tratta di una rivoluzione epocale che necessiterà la partecipazione attiva delle #scuole e dei #genitori.

In particolare ai genitori è chiesto di inviare al proprio dirigente i dati del figlio affinché la scuola possa associare le informazioni nel database PagoPa.

Poi, i genitori dovranno creare un proprio account al fine di gestire il proprio profilo e, eventualmente, al fine di procedere direttamente con i pagamenti i quali potranno avvenire anche in modo classico, ad esempio, alla posta posta.

Già da questa breve descrizione è evidente come questo sistema per funzionare necessiti di numerosi dati. Per questo motivo il MIUR è intervenuto inviando una nota per spiegare alle scuole come procedere nel dettaglio.

Queste operazioni non sono per nulla scontate e, a dire il vero, non manca chi già sta sollevando quesiti sulla correttezza (lato #privacy) di quanto riportato nella citata nota del Ministero.

Avremo quindi cura di seguire gli sviluppi tenendovi aggiornati come sempre in modo tempestivo.

#EUservice

query('SELECT * FROM Contenuti WHERE Livello = 1 AND Visibile = "NO" ORDER BY Ordinamento ASC'); ?>